Parco del Molgora

Il Parco si sviluppa su un’area di circa 1000 ettari in cui scorre il torrente Molgora: dai colli di Carnate, Usmate e Velate fino alla pianura di Vimercate, Burago Molgora, Agrate, Caponago e Carugate.

L'ambiente, condizionato da corsi di acqua, è costituito da aree boschive, campi coltivati alternati a prati incolti, oltre ad alcune zone umide in cui è presente la tipica vegetazione palustre, caratterizzata dalla presenza della cannuccia di palude (Phragmites australis) e della mazza sorda (Thypha latifolia). La presenza di numerose specie vegetali protette lo rende interessante dal punto di vista botanico. All'interno del parco hanno trovato rifugio alcune specie animali: prevalentemente anfibi (tritoni, salamandre e rospi smeraldini) e micromammiferi (prevalentemente scoiattoli).

Attività: educazione ambientale, sentieri pedonali e percorribili anche in mountain bike, aree picnic e ospitalità agrituristica.

Il Parco del Molgora presenta più ingressi per poter accedere ai vari itinerari:
Località Impari inferiore (Usmate - Velate) - ampio parcheggio
Carnate - villa Banfi, sede del comune, in piazza Banfi
Località S. Maurizio vicino alla chiesetta (strada comunale S.Maurizio passirano, Vimercate) 
Omate - villa Trivulzio (piazza Trivulzio 1)

In treno
Ferrovie dello stato: linea Milano-Lecco
Dalla stazione ferroviaria di Carnate-Usmate
Ferrovie dello stato: linea Seregno-Bergamo
Dalla stazione ferroviaria di Carnate-Usmate

Altre informazioni su itinerari, flora e fauna sono contenute nello Speciale Parchi di Monza e Brianza