Oratorio di S. Stefano

A Lentate sul Seveso sorge l'Oratorio di Santo Stefano, edificato intorno al 1369 su commissione del conte Stefano Porro, diplomatico presso la corte di Bernabò e Galeazzo Visconti. L'edificio è di notevole interesse per il ciclo di affreschi conservati al suo interno e realizzati da più maestri del tempo. I temi trattati sono in parte legati alla storia del casato del committente e in parte alla tradizione iconografica cristiana. Nel presbiterio si trova una grande scena della Crocifissione, ricca di particolari e di riferimenti narrativi al mondo cavalleresco, mentre sull'arco trionfale è possibile ammirare un grandioso Giudizio Universale, in cui si possono riconoscere tratti tipici della pittura lombarda. 

Di carattere più popolare, vivace e quasi anedottico il linguaggio utilizzato per le oltre quaranta Storie di Santo Stefano, che ricordano lo stile utilizzato in quell'epoca nelle miniature. Si segnala infine, sulla parete sud, la ricca rappresentazione dell'intera famiglia Porro nell'atto di presentare al Santo il modellino dell'oratorio.   

A Lentate era presente un altro importante ciclo di affresci nell'oratorio di S. Maria di Mocchirolo, oggi conservato presso la Pinacoteca Nazionale di Brera a Milano.