GILLES VILLENEUVE. Il mito che non muore

Dal 4 Mag 2018 al 22 Lug 2018

Autodromo Nazionale Monza

Un mito che non muore.

Dal 4 maggio al 22 luglio il Museo del Monza Eni Circuit ospita “Gilles Villeneuve. Il mito che non muore”, in mostra 170 fotografie, video, memorabilia e oggetti che fanno rivivere la carriera di uno dei piloti più amati della storia.

Un’esposizione che mira a raccontare la carriera del pilota canadese iniziata nel 1977 e stroncata da un tragico incidente l’8 maggio del 1982 in Belgio, sul tracciato di Zolder.

Il percorso della mostra segue un doppio binario, in cui alle immagini di Ercole Colombo fanno da contrappunto i testi di Giorgio Terruzzi che accompagnano il visitatore che ripercorre la vita di Villeneuve.
Esposte anche alcune immagini provenienti dal Museo Villeneuve di Berthierville in Canada, da un video realizzato per l’occasione con una testimonianza di Mauro Forghieri, storico ingegnere motorista della Ferrari.

Dal debutto in F1, quindi, al tragico incidente in Belgio, attraverso un allestimento scenografico ed immersivo che permetterà di rivivere il romanticismo motorstico che ha caratterizzato quel tempo, di cui Villeneneuve è stato il protagonista.

Soprannominato l'Aviatore, Villeneuve non conquistò mai il titolo Mondiale, ma grazie al suo coraggio e al suo modo di essere, riuscì ad entrare nel cuore di tutti.

In esposizione, da ammirare fino al 3 giugno, la Ferrari 312 T4, proveniente dalle Cantine Giacobazzi, storico sponsor personale di Gilles fin dai primi tempi in cui correva per la Scuderia. La monoposto guidata da Villeneuve è la stessa che ingaggiò la lotta fatta di sorpassi e toccate con la Renault di René Arnoux sul circuito di Digione; un duello che entrò di diritto tra i più emozionanti della storia del motorismo.