Duomo di Monza - S. Giovanni Battista

Dedicato a S. Giovanni Battista, è il monumento cittadino di maggior rilievo. L'attuale edificio sorge sul luogo dove intorno all'anno 595 la regina Teodolinda costruì una basilica. Secondo una leggenda medioevale la regina Teodolinda scelse questo luogo perchè le venne indicato in sogno da una colomba: l'unione delle parole Modo (qui) ed Etiam (sì), pronunciate rispettivamente dalla colomba e da Teodolinda, danno origine al nome della città, Modoetia.
Nata come cappella palatina la chiesa sopravvisse sino all'anno 1300. Si sentì poi l'esigenza di rinnovare la struttura: il 31 maggio1300 furono iniziati i lavori della nuova basilica. La basilica fu interamente ricostruita in due fasi. Si fa risalire al 1346 il termine della prima campagna edilizia, con la consacrazione dell'altaremaggiore: l'edificio aveva una struttura a croce latina, a tre navate, con transetto sporgente, abside piatta e facciata a tre campi percorsa da bande bicrome di marmi neri e bianchi. Le cappelle laterali e due ampie cappelle simmetriche a pianta poligonale nella zona absidale furono costruite in un secondo momento, dopo la metà del XIV secolo, sotto la supervisione dell'architetto e scultore Matteo da Campione (m. 1396), che si occupò anche dell'ampliamento della facciata, della realizzazione dell'evangelicatorio e del battistero (oggi perduto).

Compongono l'itinerario:

  • Piazza Duomo
  • Protiro e Facciata
  • Torre Campanaria e Campanile
  • Interni del Duomo
  • Cappella di Teodolinda
  • Corona Ferrea
  • Museo e Tesoro del Duomo di Monza