Autodromo Nazionale Monza

L’Autodromo Nazionale Monza, all’interno del Parco di Monza ospita il Formula 1 Gran Premio d’Italia, gare sportive, concerti ed eventi internazionali

L’Autodromo Nazionale Monza, fiore all'occhiello della Monza sportiva, fu costruito all’interno del Parco di Monza nel 1922 per volontà dell’Automobile Club di Milano, in occasione del venticinquesimo anniversario di attività dell'Associazione. Fu costruito in soli 110 giorni su progetto dell'architetto Alfredo Rosselli, e già nel settembre del 1922 si gareggiò il secondo Gran Premio Automobilistico d'Italia. Da allora il tracciato, uno dei più antichi al mondo, è entrando nella leggenda degli sport motoristici, ospitando sempre, tranne che nel periodo bellico, il Formula 1 Gran Premio di Italia, ma anche decine di altre manifestazioni di rinomanza mondiale. La collocazione all’interno del Parco dà vita ad uno scenario unico al mondo, coinvolgente anche dal punto di vista naturalistico. All’interno vengono organizzate inoltre esposizioni, eventi musicali e visite guidate con giri della pista che permettono di conoscere l’Autodromo sotto ogni suo aspetto.

Per conoscere tutti gli eventi in programma e le modalità di visita della struttura consultare il sito www.monzanet.it.

La realtà aumentata arriva all’ Autodromo Nazionale Monza

Il primo circuito al mondo ad utilizzare la realtà aumentata. Il design della vetture da corsa, i tracciati degli anni cinquanta, tanti racconti legati alla pista, le foto dell’archivio storico dell’ Autodromo Nazionale Monza. La realtà aumentata che potranno vivere i visitatori è un arricchimento della percezione estremamente coinvolgente. Questa mediazione fra reale e virtuale avviene in tempo reale grazie a degli occhiali multimediali con lenti trasparenti e consente all’utente di interagire con essa. L’applicazione di questo nuovo paradigma rappresenta una pietra angolare in grado di unire l’enorme patrimonio del circuito e l’utenza. Si tratta dell'Augmented Reality Tour, un viaggio tra le strutture del circuito accompagnati da una guida esperta che nei punti più significativi del percorso attiverà degli speciali occhiali multimediali, indossati dai visitatori, per mostrare ricostruzioni in tre dimensioni alla pista monzese e al mondo del motorsport.